Sentiero Valtellina

Download file: Sentiero_Valtellina.gpx

Località di partenza: Colico (CO) 220m s.l.m.
Dislivello salita totale: 1476 m dislivello (giorno 1)
Numero di giorni: 2
Tempo di percorrenza complessivo: 13.5 ore
Quota massima raggiunta: 1225m, Bormio (SO)
Distanza percorsa: 114km
Valutazione:

* * * * *

Impegno fisico:
* * * * *

Punti di appoggio: rifugi
Presenza di acqua: fontanelle e bar lungo il percorso
Riassunto itinerario: Colico > Sondrio > Tirano > Bormio > Tirano > Teglio > Sondrio > Colico

Il Sentiero Valtellina è un percorso ciclopedonale che collega Colico con Bormio. È un collegamento eccezionale per noi cicloturisti che amiamo restare fuori dalle pericolose strade trafficate. Noi abbiamo deciso di intraprenderlo, andata e ritorno, in un weekend con notte in albergo a Bormio.

Tutto l’itinerario e la mappa del percorso sempre aggiornata la trovate sul Sito ufficiale del Sentiero Valtellina, io posso solo scrivere brevemente la nostra esperienza.

Noi abbiamo lasciato l’auto in un parcheggio gratuito nei pressi del Municipio di Colico (evitate di andare a spendere soldi o prendere multe nei parcheggi sul lago, basta stare a monte della via Nazionale e troverete un sacco di parcheggi gratuiti). Scaricate le bici abbiamo pedalato fino a piazza Giuseppe Garibaldi, dove c’è l’imbarcadero e dove facciamo cominciare il nostro Sentiero Valtellina.

Le indicazioni sono ben visibili e, lungo l’itinerario, ci sono dei cippi in legno e catarifrangenti che indicano i chilometri percorsi da Colico e quanti ne mancano per Bormio (o viceversa, nel verso opposto).

Le città principali (Morbegno e Sondrio) si passano restando vicini al fiume Adda, fuori dal centro abitato.

Fontanelle e aree di sosta non mancano, anche se si diradano nell’ultima parte del percorso. In ogni caso, quando si incrociano le strade a traffico promiscuo, si attraversano vari centri abitati dove poter trovare un bar o un alimentari.

Da Colico a Sondalo la ciclovia è praticamente pianeggiante, si percorrono infatti circa 400m di dislivello in quasi 90km, poi la strada si fa più ripida, fino a toccare pendenze importanti lungo la SP27 che noi abbiamo percorso proprio nel primo pomeriggio, sotto il sole battente. Ma nulla di impossibile, la meta è sempre più vicina e le gambe ormai vanno da sole.

Dopo la notte a Bormio siamo tornati a Colico percorrendo parte della Via dei Terrazzamenti, giusto per variare il nostro itinerario e non percorrere lo stesso dell’andata, ma questa è un’altra storia.

About the author

Va in montagna da sempre ma dagli anni del liceo, e poi dell'università, la scimmia ha cominciato a farsi sentire sempre più forte. All'inizio solo in mountain bike mentre adesso potrebbe essere definito un poli-atleta.
Ha una passione masochista per le uscite avventurose che prevedono enormi dislivelli e distanze esagerate. Dal 2020 è diventato un cyborg a causa di un infortunio sul longboard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.