Lago di Endine in kayak

Download file: Kayak_al_lago_di_Endine.gpx

Località di partenza: Endine Gaiano (BG)
Distanza percorsa: 12,65 km
Tempo in movimento / complessivo: 2.5 ore / 3.5 ore
Attrezzatura: normale da kayak
Balneabilità: sì
Valutazione:

* * * * *

Impegno fisico:
* * * * *

Punti di approdo: area pic-nic attrezzata a Monasterolo del Castello

Parcheggiata l’auto a metà mattina nel parcheggio gratuito in via XXV Aprile, attraversiamo la statale e raggiungiamo la piccola spiaggia erbosa dove gonfiamo i nostri kayak.
Con noi oggi ci sono gli amici Marco e Valentina.
Scegliamo di percorrere il giro del lago in senso antiorario. Seguiamo la costa ma siamo costantemente disturbati dal rumore delle auto sulla strada statale che costeggia la sponda occidentale del lago.
Raggiungiamo l’estremo sud del lago e l’inizio del fiume Cherio, che non imbocchiamo, per proseguire sulla sponda occidentale del lago di Endine.
È il lato più verde del lago, ricco di vegetazione e più tranquillo della sponda opposta.
All’altezza di Monasterolo al Castello approdiamo in un parco organizzato con tavolini da picnic e mangiamo il nostro pranzo al sacco.
Riprendiamo la pagaiata in direzione nord-est fino all’estremo del lago dove c’è un rigoglioso canneto e, sfortunatamente, un pranzo di matrimonio nel prato del ristorante affacciato sull’acqua che manda musica (di dubbio gusto) a pieno volume.
Ancora pochi minuti di pagaiata e terminiamo il nostro giro del lago da dove siamo partiti.
Lasciamo asciugare un po’ i kayak sull’erba e torniamo alla macchina.

About the author

Va in montagna da sempre ma dagli anni del liceo, e poi dell'università, la scimmia ha cominciato a farsi sentire sempre più forte. All'inizio solo in mountain bike mentre adesso potrebbe essere definito un poli-atleta.
Ha una passione masochista per le uscite avventurose che prevedono enormi dislivelli e distanze esagerate. Dal 2020 è diventato un cyborg a causa di un infortunio sul longboard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.